Qualche cenno sull'argomento:

I delitti contro la persona – la cui disciplina è posta a tutela di diritti fondamentali quali la vita, l’incolumità personale, l’onore, la libertà personale e sessuale – rinvengono la propria disciplina nel Titolo XII del Libro II del codice penale. Relativamente alla tutela della vita, la normativa penale ruota intorno alle fattispecie di “omicidio” (doloso e colposo), graduando la pena in presenze di particolari circostanze obiettive (quali ad esempio il consenso della vittima).
La tutela dell’integrità fisica, invece, è affidata essenzialmente alle fattispecie di “lesione personale” (anch’esse punite sia a titolo di dolo che a titolo di colpa) e, in caso di aggressioni lievi all’incolumità, al reato di “percosse”.
Sempre nell’ambito dei delitti contro la persona, seguono quelli posti a tutela dell’onore (“ingiuria” e “diffamazione”), della libertà individuale (dalla “riduzione in schiavitù” al “sequestro di persona”, dai reati in materia sessuale a quelli a tutela della inviolabilità del domicilio).